mercoledì 9 maggio 2007

PRIMA UDIENZA

Oggi si e' svolta la prima udienza davanti al giudice per Lorenzo. Il giudice ha raccolto tutti i documenti, sentito le parti, e ora chiede 10 giorni per esaminare il caso. Tra 10 giorni quindi la seconda udienza con relativa sentenza. Appena avremo la data la posteremo subito.
Continuiamo a sperare!

67 commenti:

Teo ha detto...

Seguo la vostra vicenda fin dall'inizio, non conosco personalmente gli interessati, però vi sono vicino.
E' sottinteso che ogni parte del mio corpo verrà incrociata...tanti tanti tantissimi auguri affinchè si risolva tutto al più presto.

Anonimo ha detto...

perche dovrei mai dare dei soldi a uno che era IN VACANZA a DUBAI e che si è comprato DEL FUMO da fumarsi tutto per lui e IDIOTA si è fatto pure SGAMARE?

Ray ha detto...

Beh, allora ti meriti un' applaaauso!

Che dici, anonimo fesso, ora sei pago?
Leggi meglio, fuma meno e soprattutto firmati, sveglio!
Fortuna che esisti tu a tirare su il morale..

pinoscaccia ha detto...

http://www.pinoscaccia.splinder.com/post/12130721/Appello+per+Lorenzo

leo ha detto...

La prossima volta prima di andare in giro per il mondo e comportarsi da tipici occidentali che pensano di dettare legge ovunque queste persone ci penseranno un pò di più! E' giunta l'ora di capire che ogni paese e ogni legge merita rispetto anche quelle che a noi possono sembrare stupide! Magari sono le nostre quelle da cambiare!!! Se a Dubai la droga è vietata e, diversamente dal nostro paese, la legge viene applicata...così sia! O forse, perchè in Italia si può fare quello che si vuole deve essere così in ogni parte del mondo!?
...e poi, perchè un conto corrente? a chi vanno questi soldi, a cosa servono?

Nicola ha detto...

Caro Anonimo, sei un vigliacco, perché non ti firmi? L'idiota come lo chiami tu era giunto a Dubai per lavoro e non per una vacanza (come se fosse un crimine). Ti auguro francamente un esperienza analoga per verificare se hai le palle come cerchi di far vedere in questo post. Per fortuna rappresenti neanche lo 0,00001% di quelli che la pensano come te.

Caro Leo, ti rispetto di piú perché ti almeno tu ti sei firmato. Sono uno che per le droghe ci va pesante e sono un proibizionista ma davanti ad un chilo di coca e 0,78 grammi di hashish faccio delle differenze soprattutto perché a Dubai questo fa la differenza tra chi la usa e chi la spaccia. Spero e anzi ne son convinto, la corte ne terrá conto perché tra spaccio e uso personale vi é una enorme differenza. Per seguire questa vicenda delle persone, amici e parenti di Lorenzo sono a Dubai che é considerata tra le prime 25 cittá piú care al mondo ed immagino che anche il processo e l'avvocato costi non da meno quindi il conto corrente é per contribuire a queste spese.

Marcello Durante ha detto...

Siete degli ipocriti.
Chi sbaglia paga come quella brava persona della Baraldini, riconsegnata dagli USA per assicurarla in un carcere l'hanno liberata immediatamente.
E che dire di quell'imbecille della Sgrena che per farsi pubblicità si è cacciata nei guai e ha ucciso un fedele servitore dello Stato come Calipari?
E di quell'altro furbacchione di Mastrogiacomo?
E ora che la gente si prenda le responsabilità delle proprie azioni piuttosto che piagniuccolare come dei bambini non appena vengono beccati con le mani nel sacco.
Che si faccia una decina di annetti in galera Lorenzo, così poi quando torna, se torna, racconta ai suoi amichetti drogati che forse non ne valeva la pena. Piuttosto di mendicare la solidarietà, perchè non raccogliete le firme per proporre le stesse leggi del Dubai anche qui in Italia?
Marcello Durante
Bergamo

nicola ha detto...

Caro Anonimo, Leo e Marcello Durante vi ricordo che questo blog è stato aperto per poter aiutare un'amico in difficoltà.
Se non siete d'accordo con quanto espresso dalle tante persone che si stanno battendo per questa causa perchè semplicemente non andate a in altre pagine web? La rete è un grande contenitore libero e democratico sono sicuro che troverete altri blog dove poter liberamente discorrere, filosofeggiare e aprire tavole rotonde su argomenti a voi cari.
Trovo insomma i vostri interventi fuori luogo all'interno di questo contesto, offensivi rispetto a persone di cui non avete eveidentemente conoscenza oltre che ignoranti rispetto a fatti che evidentemente non conoscete.

nickplace@alice.it

Anonimo ha detto...

Anonimo, Leo e Marcello, vergognatevi. Vergognatevi perchè giudicate senza essere informati sulla vicenda. Vergognatevi perchè a scuola non avete nemmeno imparato la differenza tra grammi e chilogrammi. Vergognatevi perchè preferire la condanna al perdono a priori è il germe dell'intolleranza. Vergognatevi perchè siete un ostacolo alla libertà. Ma oltre ad essere ignoranti, superficiali, bigotti e fieri dei vostri paraocchi, vergognatevi soprattutto perchè nelle vostre vite così piccole e insignificanti non avete evidentemente niente di meglio da fare che disturbare persone per bene che cercano di aiutare un amico.
marco c.

Kim Paci ha detto...

Commenti offensivi? Se questo e' uno spazio privato, allora fai entrare solo i tuoi amici.
Altrimenti, dato che "La rete è un grande contenitore libero e democratico" io mi ritengo libera di commentare ... liberamente.
L'essere abituati all'impunita' fa pensare che sia assurdo che uno venga arrestato in un paese arabo con del fumo in tasca.
Ma tutti noi sappiamo come funziona con gli amichetti arabi. Helplorenzo recita in homepage: "La legislazione in materia di droga del paese arabo e' ferrea".
Non lo sapeva? E' gia' fortunato a non essere trattato da vero carcerato. Quegli amichetti per molto meno ti lapidano o ti tagliano la mano.
Bassano ha fatto una stronzata sapendo cosa rischiava, l'ha pure riconosciuto, e ne paghera'le conseguenze.
Ma state tranquilli, prima o poi si alzera' ancora una volta il coro degli impuniti istituzionali sostenitori dell'impunita', pagatori di riscatti, ecc ecc.
Faranno un gran casino qui (ma terranno un ossequioso rispetto con gli amichetti arabi). Tutto questo perche' bassano non ha potuto o voluto rinunciare ad un grammo di fumo ...

Tutti con lorenzo? io no.

Kim Paci ha detto...

Marco c., prima di svergognare gli altri cerca di capire una cosa tu: al resto del mondo interessa poco o nulla del perdono, dei grammi o chilogrammi, dei parametri di liberta' (o impunita') che abbiamo noi.
Bassano si trova in un paese arabo dove "La legislazione in materia di droga [del paese arabo] e' ferrea". Punto.
Tu la metti sotto l'aspetto della solidarieta' e aiuto, forse sei amico personale di Bassano e lo capisco. Altri (io compresa) la intendiamo come pretesa di impunita'.
E' qui che non ci capiamo, ma offendere gli altri non serve a niente.

Anonimo ha detto...

Kim,
le persone a cui mi sono rivolto meritano l'aggressività che ho espresso per i motivi che ho esposto. Tu invece usi toni pacati e te ne ringrazio. Dovrebbe essere la prima regola per ogni discorso costruttivo. Il fatto è che la nostra -o perlomeno la mia- non è una pretesa di perdono. Pretendere il perdono sarebbe in effetti ingiustificato di fronte alle ferree leggi di Dubai. Si tratta di una umile richiesta, come potrai constatare leggendo anche il testo della petizione (che riassume gli intenti di chi vuol bene a Lorenzo). È chiaro che ogni paese è libero di avere le proprie leggi, però è anche chiaro che a volte ci vuole un po' di buon senso nell'applicarle (il famoso grano salis). In questa circostanza -visti anche i due mesi che Lorenzo si è fatto in gattabuia- la richiesta di grazia mi sembra quantomeno comprensibile anche da parte di chi ha regole così forti. Del resto altri stranieri -nonostante il possesso di quantità anche maggiori di droga- sono stati graziati in precedenza dallo sceicco in persona. E se la grazia viene concessa dallo sceicco (che rappresenta questa cultura oggettivamente così lontana dalla nostra e poco tollerante), perchè non potrebbe essere concessa anche da te?
ciao,
marco c.

Anonimo ha detto...

io non sono dalla parte di questo 'lorenzo'. i veri ipocriti sono quelli che non accettano il fatto che si debba esser giudicati in base alla pena prevista. non si è liberi di fare ciò che si vuole a casa d'altri. altro che petizione. vergogna.

Anonimo ha detto...

Peché un povero immigrato dovebbe rispettare le leggi del Paese che lo ospita e lo stesso non deve valere per Lorenzo Bassano?
Non ha certo la mia solidarietà.
E ci tengo ad esprimere questa mia opinione su questo spazio pubblico: pienamente d'accodo con kim paci

Fioravante Patrone

carla ha detto...

sono quasi allibita.
Scopro solo ora la vicenda di questo sfortunato, e leggo che ce ne sono altri come lui.
tempo fa lessi di una copia in Kenya che sta lottando per la vita per una cosa che non ha fatto.
Diverse cose per cui riflettere, una sicuramente è che in quei paesi il potere è dei soldi.

cari anonimo, leo e chiunque voi siate, non avete capito il senso di questa richiesta d'aiuto. Il vostro cuore è così piccolo che è difficile vederlo, nessuno vi chiesto di perdonare o concedere indulti o chissa cosa.
In Italia, le persone malate vengono condannate a scontare la pena in case di cura o luoghi adatti alle loro esigenze, non sicuramente in carcere.

Non portare a casa Lorenzo è condannarlo a morte certa, senza avere modo di sapere se realmente lui ha comprato del fumo o meno.
Io non l'ho capito da queste pagine.

... e non sarebbe certo la prima volta che qualche straniero viene coinvolto in qualcosa di più grande per coprire i locali.

Forse sareste meglio a scrollarvi di dosso questo odio insito in voi, e a riflettere sulle parole che qualcuno disse 2000 anni fa circa
"chi è senza peccato scagli la prima pietra"...ad uno ad uno a partire dal più anziano fino al più giovane fecero cadere le loro pietre e se ne andarono lasciando in vita l'adultera.

Forse non vogliono dire niente per voi, in questo caso vi auguro di non trovarvi mai nel bisogno come Lorenzo perchè potreste scoprire intorno a voi un deserto che non conoscevate. Ed allora preghereste per un'anima che si possa interessare a voi aprire un conto corrente e raccogliere soldi e firme per tirarvi fuori dai guai senza chiedervi spiegazioni, anche se voi siete colpevoli veramente.

Luisa Sandri ha detto...

Sono antiproibizionista: la storia insegna che il danno causato da un mercato nero è più elevato dell'eventuale danno sociale causato dalla dipendenza. Ciò detto:
- Finché il fumo sarà illegale e dove sarà illegale, non fumerò. Per non dare soldi alla mala, alla mafia, agli sfruttatori. Per le stesse ragioni per cui non compro sigarette di contrabbando, non infrango i limiti di velocità o pago le tasse. Le leggi vanno rispettate, punto; per cambiarle, almeno qui in Italia, abbiamo quel potere democratico che si chiama voto. Pensare di fare di testa propria "perché la legge è iniqua" è profondamente antidemocratico.
- Lorenzo è un egista ed era in viaggio di lavoro. E allora? Il ruolo di "arista occidentale" avrebbe dovuto garantirgli l'impunità? Non c'è del colonialismo culturale in questo atteggiamento? Non c'è una profonda mancanza di rispetto, oltre che di prudenza?
- Qui non parliamo di uno che rischia la pena di morte o il carcere a vita. La pena massima è 4 anni, mi pare. Riserviamo le mobilitazioni a casi più gravi e di vera ingiustizia. Qui il reato c'è, è stato confessato, e il fatto che sia un reato innanzi tutto "stupido" non lo rende meno grave agli occhi della giustizia locale, che oltre a tutto si trova di fronte a un dilemma: perché riservare agli stranieri un trattamento di favore rispetto a quello riservato ai propri cittadini?

Ciò detto, mi auguro che lo sceicco lo grazi. Ma non facciamone un martire o un eroe, per piacere.

Daniele ha detto...

Buongiorno,
premetto che non conosco Lorenzo, ma mi ha molto colpito la sua vicenda. Personalmente ho vissuto a dubai per qualche anno, e fra poco tornero' per lavoro. Conosco un pochino usi e costumi di quella societa' e di quanto rigidi siano nell'applicare la legge, a tal punto che la citta' e' molto sicura e non ci sono generalmente reati contro la persona. Non ho mai fumato, e non credo iniziero', ma non ho neanche mai pensato male di tanti amici e conoscenti che invece fanno uso di spinelli o delle cosidette droghe leggere. Certo che mi piacerebbe che Lorenzo ne uscisse, caspita! A breve tornero' nel golfo, e mi auguro di tutto cuore di non aver la necessita' di andare a trovare Lorenzo, perche' sara' gia tornato in patria. Se posso comunque dare un consiglio a tutti le persone che si recano nei paesi Arabi, per lavoro e per turismo, direi di rispettare usi e costumi della loro terra. E' il primo modo di dimostrare pace, fratellanza e rispetto. E vi assicuro che sono qualita' molto apprezzate dalle persone arabe. I pensieri comuni su quelle persone, le idee che i vari Tg ci danno non sono di quei luoghi. Gli estremisti sono ben altri. In bocca al lupo !

Anonimo ha detto...

mah... leggevo i commenti.... io ho firmato la petizione.
so che bisogna rispettare le leggi che governano un paese, ma so anche che a volte, per leggerezza o altro, si commettono degli errori. non mi sento di dire che se lo è meritato.
poteva succedere anche a me.

ognuno la pensa come vuole, ma è sempre un connazionale, un ragazzo e pure padre di famiglia.
e vabbè, magari voleva farsi una canna e allora?
spero che venga graziato che con le carceri arabe non si scherza.

cavolo, ma nella vita c'è gente che davvero non ha mai sbagliato?? o commesso una leggerezza? spesso la differenza sta solo tra chi la fa franca e chi ne paga le conseguenze.
comunque sia, che dire? beati i perfetti!
quanto al conto corrente, chi non si fida, non è certo obbligato a versare nulla. non capisco dove sta il problema.

in bocca al lupo.
fabiana
(roma)

NICOLA ha detto...

ciao, mi dispiace per Lorenzo, immagino la disperazione sua e della sua famiglia, ha sbagliato va bene, però santo dio non ha ucciso nessuno, io spero che l'emiro concedi la Grazia.
chi va all'estero, e soprattutto nei paesi arabi deve comunque avere l'accortezza di non commettere errori così stupidi che ti pregiudicano una vita.
Mi fa rabbia per l'impridenza, ma non posso non sostenere la causa per la grazia.
BASTA CON QUESTO GIUSTIZIALISMO ESAGERATO!!

Anonimo ha detto...

"finiti chissà come uno nella tasca dei pantaloni e l'altro in una scarpa"

si e io sono maria goretti....

a chi non si droga queste cose chissà perchè non capitano...

Renato ha detto...

Tracce di cannabis nel sangue dell'autista Attività cerebrale flebile per uno dei 40 scolari che viaggiavano sul pullman ribaltatosi nel Vercellese. Grave anche il fratellino

L'autobus ribaltatosi nel Vercellese (Ansa)
TORINO - Sono state trovate tracce di cannabis nel sangue del conducente dell'autobus che ieri, ribaltandosi, ha provocato la morte di uno dei 41 alunni della scuola elementare di Stroppiana (Vercelli) di ritorno da una gita scolastica. È quanto si apprende da fonti investigative. L'autista Michele Epifani, 30 anni, è piantonato all'ospedale di Casale Monferrato (Alessandria).


Voi chiedete clemenza per Lorenzo?
Ma perchè non chiedete a questo governo dell'indulto di darvi una mano, magari vi allungano pure qualche milione per tirare fuori il vostro amico come hanno fatto con quei deficenti che si sono andati a mettere nei guai nelle zone di guerra.

Fate un favore all'umanità... andate a lavorare invece di pubblicizzare l'illegalità

Anonimo ha detto...

Le severi leggi vigenti nel paesi musulmani in genere a riguardo delle droghe, ed in Dubai nel caso specifico, sono cosa ben nota. Chi, abituato al lassismo imperante dei paesi occidentali dove l'unica certezza e' che la si fa sempre franca per tutto, non se ne cura affatto deve subire le conseguenze delle sue azioni.
Quanti Lorenzo hanno gia' arrestato e incarcerato per lo stesso motivo? Per quanti Lorenzo c'e' o c'e' stata una petizione, dibattiti ed altro, per la "clemenza"?
Che giustizia, quella vigente in Dubai, venga fatta.

Michele ha detto...

La prossima volta ci penserai bene. Non esiste giustificazione alcuna: 0,78 grammi o 2 chili non cambia: avevi droga in tasca.
Sono problemi tuoi. Dovevi pensarci prima.
Michele

Stefano ha detto...

[..] A rendere piu' drammatica la vicenda e' la malattia da cui e' affetto Bassano: il morbo di Crohn, una patologia infiammatoria dell'apparato digerente, che per essere combattuta ha bisogno di una speciale alimentazione e che dopo una settimana di carcere
gli ha gia' fatto perdere più di 10 kg.[..] tratto dal sito helplorenzo.com

Un triste tentativo di pietismo... l'uso di hashish e' forse terapeutico per il morbo di Crohn ?
Senza parole.

Anonimo ha detto...

Anonimi vari e a voi tutti in generale, inizio dicendo che io ho fatto anche di peggio ma sono stato attento Ho peccato anche io Ho rischiato anche io, magari ci sono stato semplicemente piu' attento. In italia in tema di droga si sentono tutti superfighi! Non e' cosi! Ci sono delle leggi e lo stesso anche in altri paesi (magari piu' ferree e messe anche in atto) cmq non siamo automi ci sono anche dei fattori da valutare lascio solo pensare che circa un anno fa in italia sono stati liberati dalla galara criminali pericolosi causa sovraffollamento delle carceri e qui un uomo, magari con una fedina penale esemplare, con una famiglia, che paga regolarmente le tasse, si dovrebbe fare 4 anni di carcere ( come minimo ), dai ragazzi, per favore, anche io sono intollerante nei confronti della gente che commette crimini, e ancor di piu' nei confronti di chi commette crimini e si fa beccare, ma usiamo la testa! credo che per 0.8 grammi di fumo quest'uomo abbia gia' pagato abbastanza...Mettiamola cosi' voi non lo vedete corretto.. ok, adesso immagginate che si tratti di vostro figlio in vacanza con amici ... vi lascio pensare, mi raccomando, non mentitevi, non serve a nulla!

Lorenzo, ti auguro di risolvere al piu' presto e di poter riabaracciare la tua famiglia.

Un Saluto
Francesco

Anonimo ha detto...

Francesco ma sei impazzito?
0.8 grammi??????
Ma non esagerare per favore, informati, leggi i giornali, accendi il televisore, dovresti saperlo che si tratta SOLTANTO di 0,78 grammi!!!!!!

zio ha detto...

ma che bisogno c'è di andare a farsi delle canne in un posto dove anche i bambini sanno che poi se ti beccano ti inchiappettano?se proprio aveva bisogno così di sconvolgersi a 40 anni...un po' ridicolo....e poi bastava aspettare di arrivare a milano, no???

poastro ha detto...

Speriamo bene per Lorenzo.
Anche se questa vicenda ci insegna che noi italiani, quando andiamo all'estero, non possiamo considerarci i padroni del mondo (atteggiamento che si vede spessissimo - io vivo all'estero).

Suerte

Anonimo ha detto...

Copio/incollo e quoto da un altro forum dove si sta dibattendo sulla questione:

Benissimo. Allora apriamo una petizione per tutti quelli che vengono fermati con due canne qui in Italia ai quali vengono ritirate patente e passaporto. Facciamo una bella raccolta fondi per pagare loro un avvocato. Apriamone anche una per tutti quelli che vanno a far turismo sessuale nei paesi asiatici magari, in fondo poverini, non sanno mica a cosa vanno incontro se li beccano!

Bah...se vai all'estero e vuoi far cose illegali DEVI essere informato dei rischi che corri. Non hanno tutti una legislazione e un'applicazione delle leggi italian-style. Dopodichè, a te la scelta. Chiaro, una pena di 4 anni di carcere per possesso di una grammata di fumo è assurda, non sto dicendo il contrario. Ma resta il fatto che sono solo ed esclusivamente cazzi suoi.

Un'ultima considerazione: coglione TRE volte perchè entrare in un aeroporto con del fumo in tasca vuol proprio dire andarsele a cercare senza il minimo ritegno. Quindi per la sola stupidità dimostrata quasi se li merita davvero gli anni di galera.

ALESSIO ZAZZERA ha detto...

CHE TRISTEZZA QUESTA DISCUSSIONE!!!!
BASTEREBBE METTERSI NEI PANNI DI LORENZO, PER CAPIRE CHE IN QUESTO POSTO SI E' CERCATO DI DARGLI UN PO' DI SUPPORTO E DI AFFETTO.
TUTTE QUESTE DISCUSSIONI SUL PROIBIZIONISMO ANDATE A FARLE DA QUALCHE ALTRA PARTE.

GRAZIE

Anonimo ha detto...

lorenzo ha commesso un piccolo errore, e sta chiedendo una mano. chi vuole dargliela gliela dà, tutti gli altri moralisti se ne restino a casa loro.
siete sempre pronti a condannare tutti, mettendo in mezzo pure la Sgrena, Mastrogiacomo, la Baraldini e l'autista dell'autobus ribaltato che chissà quando si era fatto una canna. ma in che mondo vivete? il test delle Iene ha detto che il 30% dei parlamentari si droga, andate in qualsiasi discoteca e vedete come girano le pasticche, il 50% degli studenti superiori si fa o si è fatto le canne, e voi giù a condannare, perchè voi non bevete mai un goccio prima di andare in macchina superando i limiti di velocità, non andate a puttane lasciando la vostra mogliettina a casa, non picchiate le vostre mogli. Vergognatevi moralisti del cazzo
tone

Anonimo ha detto...

Supporto ed affetto? Ad uno che è malato e si vuole comunque fare una canna all'estero, dove le leggi sono ferree?!?! Un maggiorenne, tra l'altro? Ma basta con questo pietismo da quattro soldi. Questa è gente che in tenera età doveva prendersi qualche bella sberla in caso di bravata, così non veniva su in questa maniera. Un pò come i ragazzetti d'oggi.

P.S. Se Lorenzo fosse stato mio figlio lo lasciavo marcire nella melma finchè non imparava.

Anonimo ha detto...

La cosa più "bella" di queste discussioni moderne è che chi si dovrebbe vergognare è il moralista (o giustizionalista) di turno, mentre invece MAGARI chi ha commesso un reato (il drogato, dopato, criminale di turno) dovrebbe essere sempre graziato...ed il giorno dopo, poi, lo potremmo addirittura trovare a vantarsene con gli amichetti. Pazzesco.

Anonimo ha detto...

anonimo scusa, una domanda facile facile, hai rispetto per la gente ?

Anonimo ha detto...

Risposta ancora più facile. Ho rispetto per chi rispetta le leggi ed il prossimo senza ledere le libertà altrui. Ma soprattutto ho rispetto verso me stesso. Infatti non mi sono mai drogato. Altresì non rispetto chi si piange addosso, chi cerca di fare il furbo e via dicendo. Hai capito?

Anonimo ha detto...

A me sembra que questo blog non si fatto da qualcuno che si piange da solo ma da delle persone amiche, che cercano di aiutare ad un altro amico e' per questo che ti chiedo semplicemente, non di appoggiare lorenzo ma di dare la possibilita' ai suoi amici di aiutarlo come vogliono, non stanno facendo ne una truffa telematica ne una rapina, semplicemente aiutano un amico, ... come puoi aiutarli allontanandoti, cercando anche tu degli amici, giocando a sudoku, o se vuoi cerca un altro blog dove passarti un altra mezz'ora la rete e' grande e offre di tutto...

inhà ha detto...

a tutti i moralisti e giustizialisti: fate davvero pena, pieni di rabbia e pronti a sputare veleno e cattiverie...
la mamma non vi ha dato affetto? al lavoro non riconoscono le vostre capacità? gli amici che avete, se li avete, non avrebbero fatto per voi quello che per lorenzo stanno facendo in tanti? (e, leggendovi, chi non li capirebbe, poi?!)
è così che siete diventati i poveri frustrati rabbiosi che vi rivelate?
di gente come voi, ha detto oscar wilde: "dicono di voler dare buoni consigli perchè non possono dare cattivi esempi"...

Anonimo ha detto...

inhà (ti faccio sapere che la mamma mi ha dato affetto ed a lavoro ho parecchie soddisfazioni, inoltre ho un buon seguito di amici), chi fa pena sei tu, credimi. Detto questo vi saluto. E' grazie a persone come voi che il mondo è votato sempre di più allo sfascio.

Anonimo ha detto...

Inhà fai una cosa:
1. Vai dai tuoi amici a comprati g 0.78 di fumo.
2. Fatti dare dalla mammina una manciata di euri per comprarti un biglietto aereo di sola andata destinazione Dubai.
3. Fatti controllare nelle tasche dalla polizia una volta arrivato a destinazione.

Finalmente ci sarà un'altro drughi in meno in circolazione

Anonimo ha detto...

Non credo abbiano torto quelli che condananno la stupidità dell'atto.

Ieri in Italia un pulman di bambini in gita si è ribaltato perchè l'autista non ha avuto di meglio da fare che farsi una canna.

Vergogna a lui e vergogna a noi che non trattiamo i drogatelli (tipo il protagonista di questo blog) come meritano ossia come fanno negli EAU.

Spero davvero che l'emiro abbia di meglio da fare che sorbirsi le vostre lacrime di coccodrillo.

Guido

Anonimo ha detto...

caro Guido,
pensa bene che prima o poi troverai anche tu un emiro o similari e spero davvero che te lo schiacci nel culo brutto coglione!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Un po di galera a chi fa spot non sta male così impara a bombardarci di messaggi cretini , mica tanto magari un mesetto dentro così per ritrovare l'equilibrio interiore e la creatività

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe fare uno spot sulla sicurezza stradale con soggetto il tuo grassottello corpicino schiacciato da un bilico.

Ricordatelo stasera quando attraverserai la strada.....

Anonimo ha detto...

onestamente credo che la dura lezione sia già stata impartita con due mesi di carcere in attesa della sentenza, penso che la prossima volta Lorenzo eviterà di fare cazzate del genere (almeno in posti come dubai, visto che in italia ognuno può più o meno fare quel cazzo che vuole... purtroppo) non sono però d'accordo sull'idea della petizione e della richiesta di grazia, la frittata è fatta ed è stata fatta in un posto dove non scherzano (andate a dubai in aereo vi danno, prima di arrivare un foglio con scritto MOLTO in chiaro quali rischi incorre chi infrange la legge... insomma se poi uno se ne sbatte le palle...)

Luca.

Anonimo ha detto...

inhà leggendo il tuo commento, pare tu stia, inconsciamente, parlando di te stessa.

Anonimo ha detto...

inhà ha detto : "di gente come voi, ha detto oscar wilde: "dicono di voler dare buoni consigli perchè non possono dare cattivi esempi"... " cazzo !! Oscar Wilde ha copiato Fabrizio de Andrè !!! eppure non lo conosco sto cantante, sarà americano... di nicchia...

inhà ha detto...

dedicata ai vari anonimi-giustizialisti-moralisti, la rivisitazione di un pezzo di Gesù Cristo, un altro cantante di nicchia che probabilmente non conoscete:
"beati i poveri di spirito, vostro sarà il regno dei cieli"...

poastro ha detto...

Sono assolutamente daccordo con un commento "anonimo" qui sopra.

"La cosa più "bella" di queste discussioni moderne è che chi si dovrebbe vergognare è il moralista (o giustizionalista) di turno, mentre invece magari chi ha commesso un reato (il drogato, dopato, criminale di turno) dovrebbe essere sempre graziato...ed il giorno dopo, poi, lo potremmo addirittura trovare a vantarsene con gli amichetti. Pazzesco."

Aggiungo che il fatto di essere affetto da questo morbo di Crohn ed avere una bambina piccola a casa, a mio personalissimo parere, fa capire ancora meglio quanto ignorante sia stato il soggetto in questione.

Ed ora avanti con gli insulti a chi la pensa come me!

Anonimo ha detto...

la cosa più ridicola è tutti i commenti a favore della petizione non menzionano il fatto che questa persona ha commesso "consapevolmente" un reato, anzi lo giustificano, "il poverino è malato"
provate a pensare quanti reati più gravi sono stati commessi dietro quel "insignificante" quantitativo di droga.
chi compra e fa uso di droga è complice di assassini, sfruttatori e di altre belle personcine...

e non pensiate che legalizzando le droghe leggere lo sfruttamento e altri reati sulla persona spariscano perchè chi coltiva la cannabis ha una pistola alla tempia tutti i giorni.

Giusva ha detto...

Alessio zazzera, dai pure il tuo sostegno e affetto a tutti i tossici che vuoi, ma non pretendere il mio.

Non galera ma lavori forzati sotto il sole del deserto !!!

Giusva

jon ha detto...

Quoto (e sottoscrivo) anch'io il commento più vero di questo inutile blog.

"La cosa più "bella" di queste discussioni moderne è che chi si dovrebbe vergognare è il moralista (o giustizionalista) di turno, mentre invece magari chi ha commesso un reato (il drogato, dopato, criminale di turno) dovrebbe essere sempre graziato...ed il giorno dopo, poi, lo potremmo addirittura trovare a vantarsene con gli amichetti. Pazzesco."
jon

Noantri ha detto...

Sono con Lorenzo.
Ma posso chiedervi, per piacere, chiarezza relativamente al conto corrente aperto per lui? Che c'entra la sua situazione terribile con il fatto di "sostenerlo economicamente"?

Ho molti, moltissimi dubbi in proposito. Grazie.
[Ste]

Giuseppe ha detto...

Sono un amico di Andrea di Torino, il ragazzo che è in carcere con Lorenzo (per 0,017g di hascisc).

Non badate a questi 4 fessi che scrivono nel blog, è gente che non ha la percezione della realtà. Non si informa o peggio ancora guarda i TG e crede di essere informata.

Andrea e Lorenzo sono stati tremendamente sfigati, questo sì, ma presto ce li riporteremo a casa e faremo una grande festa.

In culo ai lanciatori di prime pietre.

un abbraccio da Torino

Anonimo ha detto...

Bravo Giuseppe, portateli a casa e poi fate una bella festa. Ma mi raccomando, che sia a base di fumo ed hashish. Così vi divertite per bene...tanto si dice che il lupo perde il pelo ma non il vizietto. Altro che scagliare le prime pietre...

Anonimo ha detto...

io gli dare non 4 anni ma 40 anni di carcere

ALE ha detto...

Io invece ti darei 40 calci in faccia!!!!se passi da milano fammelo sapere che prendo ferie!!!
FORZA LORENZO E ANDREA!!!!!ALE

Maria ha detto...

Questo sito nasce per aiutare una persona in difficoltà, non per giudicare e criticare. Se non siete interessati non sfogate per favore i vostri rancori della vita, che molto probabilmente non è stata buona con voi..fate pena!!..Non capisco tutta questa cattiveria gratuita..Moralisti e buonisti da quattro soldi, ignoranti della peggior specie.
Ma vi siete chiesti come mai i suoi amici hanno messo su un blog per aiutarlo?. Come mai stanno facendo di tutto per poterlo riportare in Italia dalla sua famiglia, (soprattutto da sua figlia)?. Forse perchè non è una cattiva persona!!, ma solo sfortunato poteva succedere a chiunque.
Ma a voi certe cose non si possono spiegare, perchè siete talmente stupidi e maligni.
Se succederà a voi una cosa del genere sicuramente non avrete chi farà questo per voi.....siete poveri dentro.

Ho firmato la petizione.

Torna a casa LORENZO.

Anonimo ha detto...

Capisco lo sfogo ma qui di ignorante c'è solo il protagonista del blog che va in un luogo senza conoscenza degli usi e dei costumi.

Conosco bene gli Emirati e, credetemi, se non fai casino o rompi le scatole non ti tocca nessuno.

Quel Lorenzo deve averla fatta grossa e la raccolta fondi mi lascia perplesso. Mi chiedo dove finiscano.

Paolo ha detto...

Massima solidarietà a Lorenzo. Tutti quegli imbecilli senza cuore che dicono cattiverie sono solo dei pecoroni ignoranti. Rispetto della legge va bene, ma se uno viola una legge senza fare male a nessuno, e Lorenzo non mi sembra abbia fatto del male a qualcuno, bisognerebbe avere un minimo di clemenza. Vedo che viene citato l'autista dell'autobus, ma a parte il fatto che non c'è nessuna prova che avesse fumato prima di guidare, visto che la cannabis resta nel sangue almeno un mese, a parte questo appunto, quanti incidenti dovuti all'alcool succedono ogni GIORNO sulle ns. strade. Quanti adolescenti muoiono ogni fine settimana per l'ALCOOL? E allora,a chi invoca le leggi di Dubai, proibiamo il vino e l'alcool in generale? E poi tornando a Lorenzo non credo che abbia portato l'hashish di proposito, io credo che se lo sia dimenticato negli abiti. In ogni caso, SOLIDARIETA'!FORZA LORENZO, TIENI DURO!

Anonimo ha detto...

Cara maria, nella remotissima ipotesi (dato che non ho mai fumato e non mi sono mai drogato in vita mia, perchè alla salute ci tengo) che fossi preso con le mani nel sacco, o meglio con dell'hashish in tasca, magari avrei il supporto degli amici e dei parenti. Però sono sicuro al 100% che questi non aprirebbero addirittura un blog per raccogliere dei fondi. Gli amici, di solito, li conosci di persona. Oppure no? C'era bisogno di mettere su un blog ed un sito per una raccolta fondi tra amici? Poi vi feriscono le critiche dei moralisti? Lo sapete che c'è tanta brava gente in giro che non si è mai permessa di mettere le mani nella marmellata ed ogni giorno deve assistere a queste beatificazioni da parte dei media per dei poveretti che cercavano di fare i furbi? Ma basta con queste storie, è ora di tornare a predicare bene e razzolare ancora meglio. Altrimenti la lezione di vita che si riceve è che si può sbagliare sempre e comunque, tanto arriva qualcuno che ti salva il culo in ogni caso. Tra l'altro ora tirate pure in mezzo la bambina per impietosire. Chiedevi, invece, che rischi corre la figlia di uno che fuma spinelli...senza parole.

Anonimo ha detto...

Maria ha, fra l'altro, detto "ma solo sfortunato poteva succedere a chiunque."
perchè lo chiamo sfortunato ? e poi poteva succedere a chiunque, beh, correggi in chiunque tranne me, perchè una stronzata come quella che ha fatto quel coglione di Lorenzo io non l'avrei di certo fatta : beccato con hascish in tasca a DUBAI ! e lo chiami sfortunato !! che faccia di bronzo !!
Franco.

davide ha detto...

Il rancore che si legge in alcuni commenti è fuoriluogo.
Prego queste persone,anonimi e non,
di pensare alla situazione personale di amici e parenti.
Capire la vicenda umana di un padre marito colpito da una legge medioevale.Tenuto lontano dai suoi cari e ,soprattutto, quasi in pericolo di vita a causa della sua malattia.Bisogna immedesimarsi.
Capire che poteva succedere a qualcuno di voi o dei vostri amici.
Adesso,dopo che avete acceso il cervello, trattenete il respiro....
Almeno così arrossirete e farete finta di vergognarvi.
Davide Arsenio

Nicola ha detto...

Sono allibito da chi si sente giustizialista e crede di non aver mai commesso errori, da chi da buon codardo non fornisce la sua vera identitá (e poi ci insegna le morali del menga) da chi si crede al di sopra delle parti ma dimostra di non esserlo. Non ho mai fumato una canna in vita mia, ma nella vita mi é capitato di fare errori per i quali spesso ho pagato un caro prezzo. Ragazzi, una canna é una canna, la cosiddetta cannabis in Canada é stata legalizzata per uso terapeutico perché non ha effetti collaterali. Non confondiamo un drogato con uno che si é fatto uno spinello una volta tanto...

Caro giustiziere della notte, e se uno per farti un dispetto ti infilasse qualche grammo di hashish nel taschino?

Vivo a Dubai dove risiedono migliaia di italiani. É ora di finirla con le parodie paternali e questo giustizialismo da ghigliottina, se avete avuto una vita difficile questo blog non é una vostra valvola di sfogo ma é indirizzato solo a chi vuole aiutare Lorenzo Bassano. Se a voi non interessa allora vi informo che vi sono un numero infinito di forums dove potete discutere di questo e anche di molto altro.

poastro ha detto...

Nicola, quando dici "Caro giustiziere della notte, e se uno per farti un dispetto ti infilasse qualche grammo di hashish nel taschino?"

Ora, non per fare l'avvocato di "giustiziere della notte", peró quello che infila qualche grammo di hashish all'interno di una scarpa senza che uno se ne accorga dev'essere davvero un mito!

Nicola ha detto...

Caro Poastro,

ovvio che non capita tutti i giorni che qualcuno compia una simile infamia, ma é capitato e quindi anche questa evenienza non va totalmente esclusa.

Io sono un proibizionista convinto quindi non sono contro pene severe per chi compie certi atti specialmente autolesionisti, ma vorrei che la giustizia sia giusta: non possiamo paragonare uno che ha rubato una gallina con un altro che ha compiuto una rapina a mano armata, come non possiamo paragonare uno che fa uso personale con uno spacciatore. Scusa ma non ci sto! 0,12 gr uno e se non ricordo male 0,8 gr l'altro é una chiara prova di dimenticanza in buona fede e quindi questo va tenuto in considerazione. Con 0,12 grammi non riusciresti a replicare nemmeno l'effetto di mezzo dito di bicchiere di vino (qui a Dubai gli alcolici sono legali ed ampiamente disponibili).

Per questo me la sono presa, perché in situazioni del genere le differenze tra un reato e l'altro, tra la malafede e la buona fede sono importanti, troppo !!!

Un caro saluto. Nicola

Anonimo ha detto...

salve,
è dal giorno in cui radio deejay ha dato la notizia che seguo le sorti di lorenzo bassano e soprattutto faccio il tifo per lui.
Sono allibita da una cosa:
ma come mai nessun tg nazionale ne parla?
questa è una cosa assurda! Bisogna essere amici di linus per mobilitare l'opinione pubblica?
...forza lorenzo!

Antonio ha detto...

io penso che prima di scrivere parole su questi argomenti si ci debba fare un esame di coscienza e chiedersi tutti:"ma che mi sarebbe successo se quella volta che sbagliai qlcn se ne fosse accorto? meno male che non mi ha visto nessuno". Lasciare fuori rabbie e frustrazioni personali ogni tanto ci aiuta ad essere più giusti ed obbiettivi al di là della nostra morale più severa o meno. Essere cattivi non aiuta mai ad essere giusti.
Io la penso così:
intanto stò dalla parte di quel pirlone Lorenzo, che ogni tanto, come me, si fà qualche canna invece di bersi un bicchiere di Whiskey o due gin-tonic che pur dando maggiori o pari effetti si possono trovare in qualsiasi bar o supermercato;
per trovarsi accanto così tanti amici e persone che lo aiutano vuol dire che nella sua vita quotidiana in italia è stato una persona buona e amata, e spero, anzi sicuramente non lo molleranno facilmente alla solitudine che in questi casi sarebbe una condanna più forte del carcere e più dannosa del suo problema "di pancia";
e in ultimo... ha sbagliato? stai attento cazzo alla prossima!!! sono queste leggere cazzate occidentali che in un paese così cambiano la vita. mò paga quello che ti chiedono perchè da loro è così, anche se a noi non sembra giusto, tieni duro, non importa quanto tempo ma prima o poi finirà, e quando tornerai a casa e qualche amico abbracciandoti forte ti darà del cazzone, sarà quella la giusta tua punizione, ma ormai sarai in italia e quì si fanno le cose da italiani. Lì no. Se non sei una signorina torni a casa. Fai il duro. Tieni duro... cazzone.

Antonio P.