domenica 1 aprile 2007

GIUSTO CATANIA AL PARLAMENTO EUROPEO

FROM THE GUE/NGL GROUP
di Giusto Catania, MEP PRC GUE/NGL,

REGISTA ITALIANO in carcere a dubai:

“Il consiglio richiedA la grazia o il trasferimento in Europa per gravi motivi di salute”
Bruxelles, 30/03/07,

“Il Consiglio si adoperi affinché Lorenzo Bassano possa tornare al più presto in Europa, richieda la grazia o il trasferimento in Europa per gravi motivi di salute” .

Lo chiede Giusto Catania, eurodeputato GUE/NGL (PRC) e vice-presidente della Commissione Giustizia e Affari Interni del Parlamento Europeo, presentando un’interrogazione urgente al Consiglio in merito alla detenzione negli Emirati Arabi di Lorenzo Bassano, “un cittadino italiano e regista di spot pubblicitari, fermato al suo arrivo all'aeroporto di Dubai City (Emirati Arabi) il 21 marzo alle 6.30 del mattino, perché nella sua valigia sono stati trovati 0,8 gr di hashish”.
“Lorenzo Bassano si era recato a Dubai per lavoro – continua Catania – e le pene previste dalle leggi degli Emirati Arabi per questo tipo di reato “potrebbero costargli un minimo di 4 anni di carcere e un massimo - qualora fosse ritenuto colpevole di spaccio, nonostante il bassissimo quantitativo - dell'ergastolo o della pena di morte”.
“Lorenzo Bassano – conclude Catania- è affetto dal morbo di Crohn, una patologia infiammatoria dell'apparato digerente che necessita di una particolare alimentazione: questo aggrava la sua situazione”.

3 commenti:

cix ha detto...

tutta la mia solidarieta' per lorenzo e tutta la sua famiglia.
Io sono appena tornato dalla fucking thailandia dove per 6 grammi di erba comprata in loco, mi hanno arrestato, incarcerato per mezz'ora ma poi rilasciato dietro pagamento di 1500 euro circa.
Al momento mi sembrava una cifra esorbitante, un mese di lavoro in italia, 2 mesi di pura vacanza in thailandia...ma dopo aver sentito la storia di lorenzo mi son sentito la persona piu' felice del mondo.
Spero che la situazione si risolva presto...tanti auguri LORENZO

rinaldisofia ha detto...

Aderisco alla petizione.
Liberate Lorenzo,ridatelo alla sua famiglia,alla sua città,ma soprattutto a sua figlia!!!!!!!!!!
Lorenzo resisti,non ti abbattere...ti sosteniamo con amore.

Anonimo ha detto...

Sono emotivamente sconvolto da quanto successo a questo ragazzo che non conosco ma che per l'entità del "reato" mi pare così assurdo ch'egli debba compromettere la sua vita, la sua salute e il suo lavoro per un tocco di fumo pari all'inesistente per addebitargli l'accusa di spaccio e per infliggergli una pena che non stà in piedi. Spero che "i nostri" si adoperino in tutte le direzioni per ridare la serenità a Lorenzo, alla sua famiglia, ai suoi amici che devono amarlo molto prodigandosi in questa campagna. Ho due amiche cesenati che m'hanno girato l'appello, a mia volta ri-girato a centinaia di contatti. Si chiama solidarietà e ognuno, se ci crede, ci mette del suo. Esprimo solidarietà totale a Lorenzo Bassano e spero che torni presto, anzi.., subito a casa. Un saluto da Andy, 44enne, milanese