martedì 3 aprile 2007

LETTERA APERTA DI PAULA PEIXOTO DE CARVALHO

Lorenzo e io ci siamo conosciuti 16 anni fa; ci siamo fulmineamente innamorati, e è stato uno di quegli incontri che, letteralmente, ti cambiano la vita. ('E così che sono finita a Milano, anche se a Milano -orrore!- non c'era il mare e né la luce intensa di Lisbona, e il cielo era sempre così grigio che ho colorato i vetri delle finestre della nostra prima casa insieme per poter, per qualche attimo, illudermi al risveglio ogni mattina...).

Lorenzo mi manca e mi è sempre più difficile farlo ridere, fare le battute e tirargli su il morale, mentre al telefono fingiamo non capire lo sconforto e l'angoscia che entrambi tentiamo camuffare.

E è così che, alla faccia del mio smisurato senso del privato, dopo queste due infinite settimane, sono finita a scrivere di Lorenzo e di me pubblicamente (hai visto, Miranda, all'aria tutti i miei pudori... e 1 a 0 per la squadra dei cuori). Sarà anche la stanchezza dopo tutti questi giorni ad inventarmi una tranquillità inesistente davanti a mia figlia, a farle credere che suo padre non ci sarà con noi a Pasqua per colpa dei ritardi in un film che sta girando nel deserto di Dubai (e pensare che ci siamo stati i tre, insieme, poco più di un anno fa...).

Si, sono "la madre della figlia di Lorenzo". E se la storia tra noi due è troppo "nostra" per che possa voler dividerla con voi ( à' Lollo!...ti avrei perdonato anche senza tutto 'sto pubblico macello...!), voglio dire qui di Lorenzo come padre, e di quanto lo ami mia figlia.

Mia figlia, nostra figlia, è un'allegra bambina di 6 anni, e adora suo padre. "Pappo", lo chiama, "papponzio" e, prima di decidere di fare la veterinaria "per curare tutti gli animali del mondo", voleva fare la regista, perché è quello che fa lui. Pianifica con lui future immersioni in mezzo agli squali e altre avventure da vivere insieme, gite esplorative nei parchi a cercare insetti e altri tesori con la lente d'ingrandimento, gite allo stadio a tifare per l'Italia.

Lorenzo è un papà dolce e allegro, suo compagno di giochi e avventure. Le cucina pietanze prelibate e la riempie d'amore e attenzioni e mia figlia, in segreto, mi confessa che il suo papà, che è sempre sorridente, è il papà più "ridolino" e bello e forte; il suo incontestato eroe - soprattutto dopo averlo visto scavalcare un muro per salvargli il gatto ( e provate a dirle che 2 mt non sono poi un grande ostacolo!).

Lorenzo deve essere riportato a casa in fretta, per raccontarle storie divertenti prima di dormire e accompagnarla a scuola in moto alla mattina; per lasciarsi immancabilmente sconfiggere in lotte a corpo a corpo le cui regole, fatte da lei, vietano l'uso di mani, braccia e gambe - ma solo a lui, è chiaro; per finire la città che stanno costruendo insieme riciclando cartoni di succo e di uova e bottiglie di latte.

Lorenzo deve essere riportato a casa in fretta
perché ci manca tanto, e perché non so quanto a lungo ancora potrò difendere la sua bambina da questo assurdo incubo dove lui è entrato, io sono entrata, tutta la sua famiglia è entrata, e dove non posso lasciare che entri anche lei.

Le autorità portoghesi hanno riportato a casa dopo 35 giorni di carcere, Ivo Ferreira, un cittadino portoghese finito lì in situazione simile (e senza i problemi di salute di Lorenzo). Sua Altezza l'Emiro Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Crown Prince di Dubai e Ministro della Difesa degli EAU, gli ha concesso la grazia, senza che fosse stata emessa una sentenza, dopo una richiesta formale dalle autorità governative e diplomatiche portoghesi.

Le autorità italiane devono riportare Lorenzo a casa, richiedere per lui la grazia o l'espatrio, perché Lorenzo è italiano e perché è un uomo gentile e di talento; perché di sicuro Lorenzo non è un criminale anche se ha, per leggerezza e senza averne avuto affatto l'intenzione, violato la legge di Dubai; Lorenzo è una brava persona, come dimostra l'amore, la considerazione e l'affetto che in tanti abbiamo per lui; padre di una bambina di soli 6 anni, che lo adora e non vede l'ora di rivederlo.

Le autorità governative e diplomatiche italiane devono riportarlo a casa per tutto questo e devono riportarlo in fretta perché Lorenzo lì non mangia, perché Lorenzo sta male.

CHIEDETE LA GRAZIA PER LORENZO. RIPORTATELO A CASA.


Paula Peixoto de Carvalho

17 commenti:

Igor ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Igor ha detto...

Vi augoro,ci auguriamo tutti,che i sentimenti,l'amore,il buon senso e la ragione,sorpassino le stupide barriere fatte da leggi e da persone che equivalgono sempre l'1 al 1000.
Mai valutano la persona.
Mai valutano il comportamento sociale,la serietà morale,l'intelligenza,l'amore di essa.
Ma applicano freddamente la legge,come fosse l'unico,esclusivo modo per rimediare alle inmense inpunità nel mondo!
SENZA AMORE E BUON SENSO NON FERMEREMO MAI NULLA SE NON NOI STESSI!!!!!!
Paula tieni duro,per Lorenzo e per tua Figlia,questo per voi dev'essere veramente un'incubo.
Ma bisogna resistere sempre,fino a quando ci si sveglia.
E'durissima lo credo,LO CREDO!!!
MA BISOGNA TENERE DURO,PER TUO MARITO,PER LA VOSTRA BAMBINA!

Con affetto,
Un'grosso abbraccio.

PS:
Se questo blog in futuro farà una petizione popolare per Lorenzo,fammelo sapere.
SARA' MIO DOVERE FIRMARLA E FARLA A MIA VOLTA CONOSCERE.

Il mio indirizzo di posta elettronica è:

djstraw@gmail.com

4 aprile 2007 1.34

Francesco ha detto...

L'associazione culturale Macadam di perugia, che da sempre si batte per libertà ed uguaglianza, esprime forte solidarietà a Lorenzo ed è pronta ad ospitarlo per raccontare la sua storia, che ci auguriamo sia il più breve possibile.

Elisabetta FT cesena ha detto...

Non ti conosco Paula ma la tua lettera mi fa capire che sei una BELLA persona e che hai dentro di te tanta forza e tanto amore...sono certa che la vita in qualche modo ti ripagherà per questi brutti momenti. Continua a proteggere la tua bambina così come fai ora finchè non riabbraccierà il suo papà. Spero di cuore che questo avvenga molto presto!! FORZA!

robby ha detto...

Ciao Paula sono Robby ( cesena ) resisti e fai resistere la piccola.
Hai scritto delle belle parole e sono quelle delle quali Lorenzo ha bisogno....! tira fuori tutta la forza che possiedi....!

veronica.marcucci@themach2.com ha detto...

Cara Paula,
tutti noi della Mach 2 siamo vicini a Lory a te e naturalmente alla vs. piccola.
Strano comunicare con te dopo tanto tempo in questa assurda e terribile situazione.
Fatti coraggio, il tuo sostegno e la tua forza sono determinanti per Lorenzo.
Ti abbracciamo forte, con sincero affetto.

Anonimo ha detto...

ciao paula,
- sono christine - non so se ti ricordi di me, ormai non ci vediamo da anni, ma sappi che sono vicina a te e a zino in questo momento incredibile; so che persona sei e so che nessuna mamma potrebbe fare più di quello che stai facendo per la vostra bimba che entrambi amate follemente.
mi raccomando, non perdere mai la speranza, perchè sono sicura che tutto si risolverà, perchè qualcuno lassù vede tutto e vi protegge.
ti abbraccio forte forte forte
christine

Barbara Laci ha detto...

Ciao Paula, ci siamo viste una volta in un negozio di vestiti per bambini con Lorenzo e la piccola Carolina.
Sono Barbara Laci e io e Nico abbiamo lavorato per anni con Lorenzo. Abbiamo un bambino "Lorenzo" di 6anni come la vostra piccola e uno che arriverà a giugno....bhè ti volevo dire che stanotte vi ho sognato, ho sognato che Lorenzo tornava a casa e tu eri all'aereoporto che lo aspettavi con una grossa palla da calcio (non so che caspita significa) fatta da pezzi di puzzle...
Cmq lui stava bene e non smetteva più di abbracciarti...
I sogni diventano realtà!!
Un abbraccio grande.
Barbara

Anonimo ha detto...

Vogliamo fare qualcosa di concreto per riportarlo a casa?
Raccogliamo più firme possibili e facciamole recapitare agli organi di governo per sensibilizzarli sul problema......
Speriamo che quest'incubo finisca al più presto

DavidE Comelli ha detto...

Ciao Paula,
Sono Davide, non so cosa dire..ogni giorno penso a Lorenzo..e' incredibile tutto questo!! NON E' GIUSTO!
Lorenzo NON e' solo...e non lo sara' MAI!!... siamo TUTTI con lui, ogni giorno, perche' e' una persona UNICA! .. SPECIALE!..
UN AMICO DI TUTTI!
Ti prego se posso fare qualcosa..
quasiasi cosa scrivimi!!
Con affetto davide
davide.comelli@libero.it

Anonimo ha detto...

Ciao Paula, sono Alessandro Trovò (Assistente di Lorenzo)
Spero che l'amore che hai impresso nelle parole che hai scritto, possa arrivare direttamente alle persone che dovranno decidere per la sorte di Lorenzo.
Ogni giorno che passa è un giorno di sofferenza per tutti, per tutte le persone che vogliono bene a Lore. Non vedo l'ora di rivederlo. E so che ci vorrà poco tempo.Un grande abbraccio a te e alla vostra splendida bambina.
Ale.

Anonimo ha detto...

Io non conosco personalmente nessuno di voi...però vi auguro tutto il bene possibile...per voi e per la vostra bimba.

Matteo

Anonimo ha detto...

Ciao Paula. Sono Lucia Comelli. Vorrei tanto parlarti ma, anche se abitiamo tanto vicino (credo tu sia ancora nella mia vecchia casa) non ho avuto il coraggio di passare, mi sembrava di invadere un momento molto,troppo delicato.
Antonio ed io sappiamo bene che bella persona è Lorenzo, e quanto non meriti quello che gli stà capitando. Mi sembra ieri quando a Venezia, durante la ns esperienza lavorativa più importante, mi spiegavi che cosa era il morbo di Crohn.
Ti sono vicina e vorrei tento riuscire a trascorrere anche solo il tempo di un caffè con te. Qui a seguire mio cell 348 7491335. Io non oso chiamare ma sarebbe bello avessi voglia di farlo tu. Ci spero davvero tanto. Se potessi aiutarti anche in un piccolissimo modo, se mi conosci un pochino, sai che farei qualsiasi cosa. Ti ho voluto tanto bene e non ho mai smesso di pensare che tu e Lorenzo siete due bellissime persone. Sei una donna molto forte,lo hai già dimostrato in passato. Non mollare pechè meritate che presto torni il sereno. Tua sempre LUCIA

Anonimo ha detto...

Ciao Paula, sono Camilla. Noi non ci vediamo da anni e proprio non pensavo di doverti contattare per un simile casino. Pensavo di chiamarti, di invitare te e tua figlia da noi, visto che Zoe e Claudio sono rimasti molto colpiti dalla sua simpatia la sera che Lorenzo l'ha portata a cena con noi... E invece eccomi qui, senza parole, a passare notti in bianco pensando a quello che state soffrendo.
Sei brava, lo sei sempre stata ma ora hai davvero dimostrato che hai un cuore meraviglioso. Sperando che si risolva tutto al più presto, ti abbraccio forte forte e auguro a tutti voi ogni bene possibile. Ti prego, non esitare a chiedere QUALSIASI COSA possiamo fare.
Dà un bacino a tua figlia e dille che Zoe la aspetta e Cesena per giocare con lei.

ManuGammino ha detto...

Cara Paula,
sono la Manu. E' tanto che penso di scrivere, ma non l'avevo ancora fatto perchè speravo che la situazione si risolvesse in tempi brevi e quindi non avrei fatto in tempo. Vi ho conosciuto parecchi anni or sono... come dicono i vecchietti: quante ne abbiamo passate insieme, eh! Vi ricordo felici; non riesco ad immaginarvi in quest'incubo. Ti auguro dal profondo del cuore, che Lorenzo torni da te e Carolina: i bimbi hanno bisogno dei loro genitori. E ora che anch'io sono madre, lo comprendo molto di più.
Un abbraccio sincero
Manuela Gammino

Rosi ha detto...

Ciao,
spero che questo incubo possa finire presto. Ho letto le lettere di tutti, di tua moglie, di tua sorella, di tuo fratello, di tua mamma e di tutti i tuoi amici... ti ho immaginato... ti immagino artista... felice, vivace, audace, sensibile, buono, leale... ti immagino come il mio amore anche lui artista... ti immagino!!!
Non rinunciare mai, non arrenderti.. combatti per tua figlia, per la tua famiglia, per i tuoi amici, e anche un po' per me... una sconosciuta qualunque, per te senza nome e senza volto ma che ti vuole libero presto!!!

mae ha detto...

ciao Paula , sono una mamma anche io e il papà di mia figlia è in prigione in Alabama , ma lui deve fare "solo" 2 anni ,,, ma lui non ha i problemi fisici di Lorenzo ,,, ma mia figlia è già grandina non come la VOSTRA cucciolina , ho conosciuto Lorenzo per lavoro ,,, ma lo conoscevo molto poco , ora dopo aver letto così tanto di lui , ora lo conosco un pò di più ,,, ora capisco cos'è quella "luce" che si porta dietro ,,, la purezza di un uomo\padre\figlio\compagno\fratello\amico amato e che ama . Paula resisti con coraggio e fierezza per VOI TRE . Lorenzo sii solido come un castello per ospitare l'amore delle TUE PRINCIPESSE . vi abbraccio con tutto il cuore Marcella